Per qualsiasi richiesta: info@gestionedebito.it

News

30Mag2018

L’instabilità del Bel Paese (dal debito alla condizione politica)

L’OCSE (l’organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), fa presente all’Italia che, l’incertezza politica che negli ultimi tempi ha permeato il Bel Paese, rischia di ledere (e non di poco), lo sviluppo economico.
Questa dichiarazione, da parte dell’organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, dipende in buone sostanza dal fatto che, instabilità politica, si traduce in incertezza e quindi, saranno sempre meno le aziende (estere o no), che saranno disposte ad investire (o a continuare ad investire), in Italia.
Se aggiungiamo all’instabilità politica: leggi che continuano a mutare non dando stabilità nel lungo periodo, debito pubblico e privato alle stelle, percezione del Paese come una nazione in decadenza, ecco che ne esce un quadro estremamente demotivante.
Un altro fattore di non poco conto, inoltre, è la dilagante corruzione che sembra permeare tutti gli strati della società italiana a tal punto che ormai, sembra un luogo comune sentirne parlare tutti i giorni.
L’Unione Europea, suona quindi ancora una volta il campanello dall’allarme all’Italia cercando di motivarla a fare una volta per tutte un cambiamento radicale, spingendola soprattutto a risanare quello che, ad oggi, sembra essere il dato più importante: la stabilità.

  • 30 Mag, 2018
  • Mauro Sisti
  • 0 Commenti
  • debito, stabilità, unione europea,

Condividi questa news

Categories

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *