Vai al contenuto

12 Febbraio 2024

La Liquidazione del Patrimonio: un percorso dettagliato per la risoluzione del sovraindebitamento

Nel contesto finanziario attuale, la liquidazione del patrimonio emerge come una strategia vitale per individui e piccoli imprenditori che si trovano in una condizione di sovraindebitamento importante.

Inizialmente introdotta dalla legge 3 del 2012, questa procedura ha subìto modifiche sostanziali con l’introduzione del Codice della Crisi a luglio 2022. Sebbene il principio fondamentale sia rimasto lo stesso, le modifiche hanno portato notevoli benefici ai debitori, cambiando in modo significativo l’approccio alla gestione del sovraindebitamento in Italia.

Come funziona
Il processo inizia con la presentazione di una domanda di liquidazione controllata al tribunale di residenza del debitore. In questa fase, il debitore deve dichiarare la propria incapacità di far fronte ai debiti accumulati e chiedere l’avvio della procedura di liquidazione. A seguito di questa richiesta, il tribunale nomina un liquidatore incaricato di gestire il patrimonio del debitore e di ripartire parte del suo reddito tra i vari creditori.

Obiettivi
Uno degli obiettivi principali di questa procedura è ottenere l’esdebitazione, ovvero la cancellazione dei debiti residui dopo tre anni dall’avvio della liquidazione. Per raggiungere questo risultato, è essenziale un’accurata valutazione iniziale per assicurarsi che il debitore abbia una buona probabilità di ottenere l’esdebitazione alla fine del processo.

Chi può accedere alla procedura
La procedura di liquidazione del patrimonio è aperta a tutti i debitori che si trovano in uno stato di sovraindebitamento, che non sono soggetti a procedimenti fallimentari e che hanno bisogno di un intervento per ristrutturare o risolvere la propria situazione debitoria. La preparazione e l’organizzazione di una documentazione adeguata e dettagliata sono fondamentali per avviare efficacemente il processo.

Nella fase operativa della liquidazione, il debitore mette a disposizione tutti i suoi beni e i crediti per ridurre il proprio debito, e un liquidatore, nominato dal tribunale, si occupa di vendere questi beni e di gestire i ricavi, che vengono poi distribuiti ai creditori secondo specifici criteri stabiliti dal tribunale o dalla legge.

Il Liquidatore
Il ruolo del liquidatore è di vitale importanza nel nuovo contesto legislativo del Codice della Crisi, poiché ha la responsabilità di gestire in modo efficace e trasparente i beni del debitore, assicurando che i proventi della vendita siano distribuiti equamente tra i creditori, secondo le priorità stabilite dalla legge.

Cosa è incluso nella liquidazione?
È importante notare che non tutti i beni e le entrate del debitore sono inclusi nella liquidazione: elementi come una parte del reddito necessaria per la sopravvivenza quotidiana e i beni personali essenziali, sono esclusi dal processo di liquidazione. Questo, per garantire al debitore e la sua famiglia il mantenimento di un livello di vita minimo durante il processo.

Anche in assenza di beni tangibili, i debitori possono accedere alla procedura, a condizione che possano destinare una parte del loro stipendio o reddito alla liquidazione. Questo permette anche a coloro che non possiedono beni significativi di accedere alla procedura per risolvere la propria situazione di sovraindebitamento.

Inoltre, con l’avvio della procedura di liquidazione, vengono bloccate le trattenute per cessioni del quinto dello stipendio e i pignoramenti. Questo fornisce un ulteriore livello di protezione per il debitore, permettendogli di concentrarsi sulla risoluzione della propria situazione finanziaria senza ulteriori complicazioni legali o finanziarie.

In conclusione, la liquidazione del patrimonio, se ben gestita e condotta con l’assistenza di consulenti esperti, può rappresentare una soluzione efficace per uscire dalla situazione di sovraindebitamento.

logo def white

NON PERDERE ALTRO TEMPO CONTATTACI SUBITO!

Se pensi di essere sovraindebitato contattaci clicca sotto e in pochi minuti il nostro software ti dirà se puoi accedere a una delle procedure disciplinate dal Codice della Crisi d’Impresa e verrai ricontattato in meno di 48 ore dai nostri esperti per fissare un call GRATUITA.

Corso Vittorio Emanuele II n°30, 20122 - Milano

|

P.I.: 03259480139

© 2023 Gestione Debito. All rights reserved

logo def white

NON PERDERE ALTRO TEMPO CONTATTACI SUBITO!

Se pensi di essere sovraindebitato contattaci clicca sotto e in pochi minuti il nostro software ti dirà se puoi accedere a una delle procedure disciplinate dal Codice della Crisi d’Impresa e verrai ricontattato in meno di 48 ore dai nostri esperti per fissare un call GRATUITA.

Corso Vittorio Emanuele II n°30 20122 Milano

P.I.: 03259480139

© 2023 Gestione Debito. All rights reserved

Organismo di composizione della crisi ( O.C.C.)